Loggia Unita dei Teosofi
Centro Studi Teosofici H.P. Blavatsky
Via Isonzo 33 - 10141 Torino
William Quan Judge
Home pageLettureLinksDove siamoIncontriRegistrateviEdizioniRiviste

Torino, Autunno 2018

L’autunno è, in genere, il periodo della completa maturazione dei frutti e quindi della loro raccolta. Nei miti, nelle favole, nelle leggende, è sempre descritta o auspicata abbondante (si pensi alla raccolta del frutto sacro del melograno, delle mele, delle pere, delle mandorle, delle celtiche noci, delle castagne e, soprattutto, dell’uva con la sua fermentazione, necessaria per trasformarsi grado a grado, attraverso un processo naturale che ha del miracoloso, nel liquorvini (si rifletta sul senso alchemico della parola) che “scioglie le pene del cuore” (Aristofane – Le donne all’Assemblea), induce al sonno e al sogno e, in alcuni casi, favorisce una vera e propria esaltazione mistico-maniacale dovuta all’effetto, sulla nostra coscienza di veglia, dell’alcole etilico chiamato, tecnicamente e chimicamente, proprio “spirito di vino”… Giochi di parole a parte, nell’antica Grecia il mese di Boedromiòn (Settembre-Ottobre) era consacrato al dio Apollo e Dioniso. Il secondo (il futuro Bacco dei latini) era il “dio del vino” per eccellenza e della estasi che il suo sacrifico misterico induceva nei suoi seguaci - soprattutto nelle sue seguaci, le menadi del suo tiaso mitico (Euripide: Le Baccanti). Il significato profondo del mito (e del rito) misterico del sacrificio di Dioniso (in cui il vino è il simbolo del suo sangue, come per il Cristo nella messa) è quello del Supremo Sacrificio Divino il quale è presente in tutte le tradizioni filosofico-religiose dell’umanità.
Cari Amici, abbiamo perciò articolato il nostro nuovo Programma, partendo proprio dal senso profondo del Sacrificio, che è Atto eterno d’Amore del Divino per le “creature”, dando inizio a un ciclo di sei incontri dedicati a questo Amore, intitolato L’Amore Sacro nel pensiero umano (l’elenco è al termine di questa presentazione). In questo primo trimestre concluderemo il secondo TEMA, ampio e profondo, del Ciclo di Studi Teosofici: I Maestri di Compassione - Saggezza, i nostri Fratelli Maggiori, espressione, vissuta e vivente, del Sacrifico Supremo d’Amore.
Naturalmente, proseguirà lo studio degli Aforismi dello Yoga di Patanjali, così come, per quanto possibile, gli incontri su Paolo di Tarso e la Gnosi.
Cari Amici, nel periodo oscuro del kali-yuga, in cui la luce e il calore di questo Spirito di Sacrificio di Amore pare si affievoliscano fin quasi a sparire e la Fratellanza sia sempre più  “parola vana”, noi, con fede (la vera fede, quella fiducia che nasce e si fonda, come roccia, su una maggior “consapevolezza del Sé” e della “unità della vita e degli esseri in questo Principio Unico Universale”), proseguiamo nel nostro impegno, liberamente preso molto tempo addietro, di tenere accesa anche solo una piccola teosofica fiamma che possa essere di aiuto a chi voglia fissarvi lo sguardo, una luce che può condurlo, ora o in un futuro giorno karmico, a uscire dall’oscurità di questo ciclo esistenziale.   
Grazie, Cari Amici, dell’opportunità che ci date di partecipare con voi a questo viaggio!

L’Amore Sacro nel pensiero umano:

  1. Eros,il mito dell’Amore Creatore
  2. Amore, Sacrificio Supremo: gli Avatara
  3. Amore e Compassione: Buddha e Gesù
  4. La Favola di Amore e Psiche: da le Metamorfosi di Apuleio 
  5. L’Amor Fedele: Dante e Beatrice
  6. I Mistici Amanti: in San Giovanni della Croce.


L.U.T. - Centro Studi Teosofici H. P. Blavatsky - Torino


 

PROGRAMMA INCONTRI OTTOBRE 2018

Mercoledì 10 ore 15:30 Incontro di studio su
Gli Aforismi Yoga di Patanjali
Sabato 13 ore 17:00

Incontro di studio (ripetizione) su:

Gli Aforismi dello Yoga di Patanjali
Mercoledì 17 ore 16:30 Gruppo di ricerca su
Paolo di Tarso e la Gnosi
Sabato 20 ore 17:00

L’Amore Sacro nel pensiero umano:

I – Eros: Il mito dell’Amore Creatore
Mercoledì 24 ore 15:30 Incontro di studio su
Gli Aforismi Yoga di Patanjali
Sabato 27 ore 17:00

Corso di Teosofia: “I Grandi Temi” II

“I Maestri di Compassione-Saggezza”. Prima parte (termine)
Mercoledì 31 ore 16:30

Gruppo di ricerca su
Paolo di Tarso e la Gnosi

 


… L’uomo non è mai stato senza un Amico, ma ha una serie di Fratelli Maggiori che sorvegliano continuamente il progresso dei meno avanzati; conservano la sapienza accumulata attraverso lunghissime età di prove ed esperienza e cercano di continuo l’occasione di attrarre e di sviluppare l’intelligenza della razza umana (…) nel considerare le grandi verità sul destino dell’Anima. Questi Fratelli Maggiori conservano pure la sapienza che hanno accumulato sulle leggi della natura in ogni suo dipartimento, e sono pronti, quando la legge ciclica lo permette, ad usarla per il bene dell’Umanità.

(W.Q. Judge: L’Oceano della Teosofia, cap. I)



 

PROGRAMMA INCONTRI NOVEMBRE 2018

Mercoledì 7 ore 15:30

Incontro di studio su:

Gli Aforismi dello Yoga di Patanjali
Sabato 10 ore 17:00

Incontro di studio (ripetizione) su:

Gli Aforismi dello Yoga di Patanjali
Mercoledì 14 ore 16:30 Gruppo di ricerca su
Paolo di Tarso e la Gnosi

Sabato 17 ore 17:00

L’Amore Sacro nel pensiero umano:
II – Amore, Sacrifico Supremo:

gli Avatara
Mercoledì 21 ore 15:30

Incontro di studio su:

Gli Aforismi dello Yoga di Patanjali
Sabato 24 ore 17:00

Incontro di studio (ripetizione) su:

Gli Aforismi dello Yoga di Patanjali
Mercoledì 28 ore 16:30

Gruppo di ricerca su

Paolo di Tarso e la Gnosi

Ogni qualvolta la spiritualità declina e l’ingiustizia prevale, Io mi manifesto.

Per la protezione dei giusti, per la distruzione del male e per ristabilire la Norma, io nasco di era in era.
Bhagavadgità, IV, 7-8

Un frammento (amsha) eterno di Me stesso, divenuto uno Spirito vivente nella sfera della vita, attrae a sé i sensi di cui la mente (manas) è il sesto.
Bhagavadgità XV, 7

Sostenendo questo intero universo con ogni singolo frammento (amsha) di Me stesso, io rimango.

Bhagavadgità X, 42


 

PROGRAMMA INCONTRI DICEMBRE 2018

Sabato 1 ore 17:00

Corso di Teosofia:

“I Grandi Temi” II

“I Maestri di Compassione-Saggezza”.

Seconda parte - Domande e Risposte

Mercoledì 5 ore 16:30 Gruppo di ricerca su
Paolo di Tarso e la Gnosi
Mercoledì 12 ore 15:30

Incontro di studio su:

Gli Aforismi dello Yoga di Patanjali
Sabato 15 ore 17:00

Incontro di studio (ripetizione) su:

Gli Aforismi dello Yoga di Patanjali

L’Avatàra è sempre lo stesso: il Dio Unico si immerge nell’oceano della vita, si ‘incarna’ e si chiama Krishna; si immerge una volta ancora, riemerge in un altro luogo dell’umanità e si chiama Gesù… etc … etc, ed intanto nessuno si immagina l’immensità del sacrificio cui Dio si sottopone quando si ‘incarna’.

Sri Ramakrishna
… in virtù del Verbo disceso dal Plèroma, il Verbo che è nel Pensiero e nella mente del Padre  (Ennoia), il Verbo chiamato Salvatore (Sotèr) per via dell’opera che è Sua missione compiere, per la redenzione di quanti, ignorano il Padre.
Valentino, Evangelo della Verità, Cap I
Sophìa ha emesso per il Lògos […] il seme pneumatico [spirituale]. Rivestitosi di questo seme, il Salvatore è disceso.
Clemente di Alessandria: Frammenti gnostici da Teodoto
Tu, che rimuovendo i peccati in tutti gli esseri, riveli la Tua natura in duplice forma: all’esterno di Maestro: all’interno la Guida Interiore.
Bhagavata Purana XI 29, 6
Il Logos si fece carne [Ho Lògos sarx egéne to koù] e dimorò [es kènosen] in noi (e in mezzo) a noi [en emin]

Vangelo di Giovanni I, 14


 

 

 

 

*****Preleva il Calendario Incontri Autunno 2018 in formato PDF*****